Articoli cinofili

 
venerdì 14 novembre 2014

Di Baci Straziami ma di Coccole Strapazzami . . .

Di Baci Straziami ma di Coccole Strapazzami . . .

"meno chiacchiere e più coccole per tutti". probabilmente sarebbe questa la vita ideale per i nostri amici cani. almeno è quanto emerge da una ricerca, intitolata "taci e coccolami"!
e pubblicata sul journal behavioral process, che ha analizzato le reazioni dei cani confrontando gli effetti delle carezze rispetto alle parole degli uomini.

le loro preferenze sono state misurate in base al tempo che i cani decidevano di rimanere insieme a una persona e interagendo con questa. la ricerca si è concentrata sull'osservazione di un gruppo di cani, di canili e di "casa", sollecitati sia con il contatto f... continua a leggere....

 
Andrea
Cuccioli e allevamenti
Vai al mio blog

Visite (15595)

lunedì 3 novembre 2014

CANI E PERSONE STESSE EMOZIONI

CANI E PERSONE STESSE EMOZIONI

chi ha un animale lo sa, solo che adesso c'è anche il timbro della scienza: il cervello del cane e sensibile come quello umano ai segnali delle emozioni e degli stimoli sociali dall'esterno.
è' questo il risultato di una ricerca del mta-elte comparative ethology research group in ungheria, pubblicata su "current biology". siamo davanti al primo passo verso la comprensione di come sia possibile che gli "amici a 4 zampe" possano essere cosi' straordinariamente bravi ad entrare in sintonia con i sentimenti dei loro proprietari.
" cani egli esseri umani condividono un ambiente sociale simile - spiega attila andics autore del... continua a leggere....

 
Andrea
Cuccioli e allevamenti
Vai al mio blog

Visite (15012)

domenica 2 novembre 2014

I PASTI ....

I PASTI ....

 

il cibo riveste un ruolo di estrema importanza per quanto riguarda la creazione della struttura gerarchica all’interno del gruppo uomo – cane. infatti, il maschio e la femmina che occupano il vertice della scala gerarchica consumano il pasto per primi, lentamente, mentre i componenti del gruppo rimangono a guardarli ad una certa distanza. successivamente si allontanano e gli altri possono mangiare…velocemente in quanto il maschio e la femmina potrebbero avere ancora fame! all’interno della nuova famiglia il cucciolo dovrà consumare il proprio pasto dopo il termine della colazione, del pranzo e della cena dei proprietari. la ciotola rimarr&a... continua a leggere....

 
Claudia
Greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (14486)

domenica 2 novembre 2014

IL VIENI ......

IL VIENI ......

 

l’apprendimento del “vieni” è fondamentale al fine della gestione del cucciolo e del cane adulto. il cucciolo inizialmente non comprende il significato di questa parola (comunicazione verbale) …è solo un suono. inoltre non è neppure a conoscenza del fatto che, quando chiamato, deve rispondere immediatamente…è solo un suono insistente e che si ripete. il cucciolo si avvicinerà al proprietario in quanto quest’ultimo si mostra “più interessante” dell’ambiente circostante. quindi, per facilitare l’apprendimento, è opportuno chiamare il cucciolo quando quest’ult... continua a leggere....

 
Claudia
Greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (17483)

domenica 2 novembre 2014

IL CUCCIOLO PUO' RIMANERE DA SOLO?

IL CUCCIOLO PUO' RIMANERE DA SOLO?

 

 

il cane è un animale sociale, cioè vive all’interno di un gruppo …e, in natura, raramente rimane da solo. la convivenza con l’uomo, invece, comporta necessariamente dei periodi di separazione dal gruppo. il cucciolo deve “imparare a rimanere da solo” fin dai primi giorni al seguito dell’adozione per periodi di tempo sempre più lunghi….altrimenti il proprietario non potrà lasciare mai da solo il cane, neppure in futuro. al fine di mettere in atto l’apprendimento è opportuno che il proprietario “non saluti” il cucciolo prima di uscire...ma interrompa il contatto... continua a leggere....

 
Claudia
Greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (16401)

giovedì 16 ottobre 2014

Imparare a stare da soli . . .

Imparare a stare da soli . . .

durante i primi giorni nella nuova casa i cuccioli vivono una fase di ambientamento; staccati dalla mamma, dalla compagnia dei fratellini e arrivati in un nuovo mondo fatto di persone invece che di cani, di tanti nuovi rumori, il nostro amico si sentirà un po’ spaesato (chi più chi meno) e dovrà avere la possibilità di conoscerlo con calma e tranquillità, senza inutili stress. durante questi primi giorni è bene evitare inutili complicazioni dovute alla solitudine al nostro piccolo amico e fare in modo invece che il cane vi prenda come riferimento, che comincia a sviluppare fiducia in voi. passata questa prima fase e appurata un po’ di ... continua a leggere....

 
Andrea
Cuccioli e allevamenti
Vai al mio blog

Visite (17167)

mercoledì 15 ottobre 2014

AVVISO IMPORTANTE E URGENTE A TUTELA DEI TRUFFATI E I FUTURI CHE LO SARANNO!!!!!

~~15-10-2014  avviso importante e urgente a tutela dei truffati e i futuri che lo saranno!!!!!
a distanza di un anno dopo la denuncia fatta alla polizia postale circa di cui sopra, finalmente il 10-dicembre alle ore 9.00 si terra'il processo presso il tribunale di civitavecchia,via di terme di traiano s.n.c.,piano 1^.
chi volesse partecipare e' ben accetto e utile, soprattutto sono invitate le parti offese che quest'anno mi hanno chiamato confessandomi di aver subito la truffa!!!!!!!
 

... continua a leggere....
 
Alessandra
Allevamento amatoriale chihuahuastyle
Vai al mio blog

Visite (10935)

lunedì 1 settembre 2014

LA COMUNICAZIONE VOCALE

LA COMUNICAZIONE VOCALE

   

la comunicazione vocale ha il vantaggio di poter essere impiegata per trasmettere messaggi su lunghe distanze e in situazioni in cui la visione è resa difficile, per esempio di notte o in zone a copertura vegetale fitta. da parte loro,gli animali che ricevono i segnali vocali vengono informati sulla posizione spaziale che l’emittente occupa in quel preciso istante,cosa che non è sempre possibile nella comunicazione olfattiva.  i cani hanno un vasto repertorio di segnali vocali che vengono usati in una grande varietà di situazioni. il segnale vocale più frequentemente utilizzato dai cani domestici è l’abbaio. gli a... continua a leggere....

 
Claudia
Greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (12841)

lunedì 1 settembre 2014

LA COMUNICAZIONE OLFATTIVA

LA COMUNICAZIONE OLFATTIVA

                                  

non v’è dubbio che il senso dell’olfatto sia molto acuto nei cani e che la trasmissione di segnali olfattivi rappresenti un’importante forma di comunicazione per questi animali .rispetto agli altri segnali di comunicazione essa ha il  vantaggio di utilizzare segnali che permangono nell’ambiente per lunghi periodi di tempo, anche quando chi li ha emessi non e’ più presente. inoltre essi sono particolarmente efficaci nelle zone di vegetazione fitta, dove la comunicazione visiva oltre una certa distanza è... continua a leggere....

 
Claudia
Greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (11676)

lunedì 1 settembre 2014

COMPORTAMENTO SOCIALE DEI CANI DOMESTICI

COMPORTAMENTO SOCIALE DEI CANI DOMESTICI

 

comunicazione visiva

i cani e i lupi hanno in comune molti metodi di comunicazione visiva ed entrambi manifestano posture simili,particolarmente in relazione alla dominanza,all’aggressione e alla paura. il cane dominante mantiene la postura rigida ed eretta ,la coda di solito viene tenuta alta la testa sollevata e le orecchie sono erette. tutti questi fattori contribuiscono ad inviare un messaggio che rappresenta un’animale piu’ grande e possente. i cani subordinati per contro,tengono il corpo molto abbassato e portano la testa piu’ bassa del livello della schiena,con le orecchie rivolte all’indietro. la coda viene tenuta bassa e sp... continua a leggere....

 
Claudia
Greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (14271)